NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Bondeno: notizie in primo piano

Progettazione del nuovo Ponte Rana

progettazione ricostruzione news

Il Comune di Bondeno ha affidato l’incarico della progettazione esecutiva, relativamente alla ricostruzione di Ponte Rana, al raggruppamento temporaneo di progettisti composto dalla società Sinergo Spa di Martellago (Venenzia) e Struttura Srl di Ferrara. «In questo modo – spiegano il sindaco Fabio Bergamini e l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi – facciamo un altro, significativo passo verso la ricostruzione di quest’opera, percorsa quotidianamente da tantissimi cittadini, e che deve essere ricostruita secondo i nuovi standard di sicurezza per una viabilità efficiente». Agli atti è stata intanto depositata la determina numero 325 che assegna con procedura diretta (essendo al di sotto della quota massima prevista per legge) al raggruppamento temporaneo di progettisti un incarico per complessivi 50 mila e 498 euro, comprensivi di Iva e oneri per la sicurezza. Una quota parzialmente coperta dal finanziamento che l’Agenzia regionale per la Protezione civile ha già concesso come acconto al Comune e pari a 67mila euro. In parte, questa cifra era già stata impegnata per precedenti rilievi sul ponte. Come noto, nel periodo precedente il Comune aveva affidato un incarico professionale alla Società di ingegneria Esner Srl, per le valutazioni analitiche e lo studio di affidabilità finalizzate all’acquisizione del parere del Comitato Tecnico scientifico regionale, che aveva portato alla decisione di sostituire il vecchio e “ammalorato” Ponte Rana, con un nuovo manufatto a tre corsie (come il precedente) ma con tutti i crismi della sicurezza antisismica. «Il tema della progettazione esecutiva, ed anche del successivo appalto, era stato affrontato in Regione nello scorso mese di dicembre – ricordano Bergamini e Vincenzi – nel momento in cui si erano definiti alcuni importanti dettagli verso lo sblocco di questa corposa opera di ricostruzione». L’opera è stata finanziata dall’Agenzia regionale per la ricostruzione (l’ex Ente commissariale presieduto da Stefano Bonaccini) con una quota di oltre 2 milioni di euro (in totale, circa 2 milioni e 375mila). Il municipio di Bondeno, considerando «l’urgenza e l’indifferibilità» delle opere che dovranno essere realizzate per risolvere il problema di Ponte Rana ha interpellato le due società che sono state in seguito incaricate della progettazione esecutiva e del coordinamento della sicurezza, in fase di progettazione.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn
Altre notizie