Procedura pubblica per la selezione di un dirigente tecnico

RIDavviso

Durante l’ultimo Consiglio comunale è stata annunciata la procedura pubblica, per mezzo della quale l’amministrazione intende individuare il sostituto dell’architetto Fabrizio Magnani, attuale dirigente del settore Tecnico. Si cercherà di selezionare la figura più idonea entro l’inizio del prossimo anno. Per fare questo, la giunta ha già previsto una procedura per individuare una figura a tempo determinato, che rimarrà in carica in qualità di dirigente del servizio per tutta la durata del mandato dell’attuale sindaco, Fabio Bergamini. «Era importante trovare al più presto un sostituto, in vista del prossimo trasferimento in altro Ente dell’architetto Magnani, che ringraziamo per il prezioso lavoro svolto. Soprattutto, durante la fase del post-sisma. Proprio per garantire una continuità in ottica ricostruzione, che a Bondeno è ben avviata, più che in molte altre realtà, è opportuno che il nuovo candidato risponda a precisi requisiti». La check-list delle competenze di cui dovrà essere in possesso il dirigente dell’Ufficio tecnico in pectore prevederà: il titolo di ingegnere civile o architetto, il possesso di almeno 5 anni di un ruolo D1 o D3 e, cosa da non trascurare, che «abbia esperienze precedenti per quel che riguarda la ricostruzione post-sisma. Essendo le linee di mandato di questa amministrazione fortemente centrate sul versante della ricostruzione – assicura il sindaco –. La commissione che dovrà valutare le competenze del nuovo dirigente – conclude Bergamini – dovrà tenere conto di tutti questi aspetti, che riteniamo fondamentali per completare il lavoro per il quale ci siamo presentati di fronte ai cittadini». L’incarico del nuovo dirigente capo dell’Ufficio tecnico, che entrerà in servizio all’inizio del 2018, avrà scadenza 2020, in coincidenza con la fine della legislatura.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn