BibliotecaEstate1

«Il libro è uno strumento imprescindibile di diffusione del sapere.

In tal senso, vogliamo inaugurare un anno tutto dedicato alla lettura, con una serie di iniziative inserite in un ampio progetto, che abbiamo voluto chiamare; “Bondeno, una città da leggere”». L’assessore alla cultura, Francesca Aria Poltronieri, ha voluto presentare così l’anno dedicato alla lettura, da parte del Comune di Bondeno, durante l’ultima riunione di giunta. Per promuovere uno strumento di diffusione del sapere (il libro) che si trova oggi a competere con social-media, telefoni e digitale. Strumenti che stanno cambiando profondamente le modalità comunicative delle persone e il modo con cui si fruisce della cultura: «basti pensare che, se fino a pochi anni fa per la lettura di un quotidiano si impiegava circa un’ora al giorno, ora il tutto è ridotto a pochi minuti di lettura». Spesso non troppo approfondita. Non va meglio, sul versante dei libri, con soltanto il 40,5% degli italiani (secondo l’Istat) che assicura di avere letto almeno un libro nell’ultimo anno. «La nostra idea – assicura Poltronieri – è quella di promuovere occasioni di incontro con gli autori, mettere a disposizione libri provenienti dalla biblioteca e da condividere nei punti di incontro, ed anche di incentivare le persone a frequentarli». Come si può fare tutto questo? «Innanzitutto, facendo partire il cosiddetto “Book crossing”. Ovvero, un progetto in cui ognuno potrà condividere con gli altri i libri. Verranno messi scaffali nei luoghi pubblici. Per fare qualche esempio: il municipio, il museo di Stellata, Palazzo Mosti, Spazio 29 e la Casa della Musica». Ma non solo. «Anche i luoghi di promozione della salute – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti – sono punti di incontro. Quindi, avremo libri a disposizione degli utenti anche nella Casa della Salute, al Polo sociosanitario e nella sede dei pediatri». Durante l’anno, proseguiranno anche le nostre pubblicazioni: “Bondeno, una città da favola” e il diario scolastico, quest’ultimo proprio incentrato sul tema della lettura». Infine, un premio non scontato: «Premieremo anche quest’anno i lettori più affezionati della nostra biblioteca “L. Meletti durante un incontro aperto con l’autore per ragazzi Luigi Dal Cin”. Premieremo in quell’occasione piccoli e grandi – conclude l’assessore alla cultura – perché il piacere di leggere non ha età».