NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Feste Carnevale sul territorio comunale

CarnevaleSala2001

Parte la lunga maratona delle feste di Carnevale, su tutto il territorio.

Un percorso che si articolerà dalle feste di paese, nelle singole frazioni, per poi culminare (più avanti) con la classica sfilata allegorica nel capoluogo. Si parte con le feste di Pilastri, il 23 febbraio, e di Scortichino (domenica 24, nella palestra parrocchiale). Ma non è finita qui: il 2 marzo, ci sarà un “assaggio” del Carnevale del capoluogo, perché alla sala 2000 si svolgerà una festa per piccoli e grandi, anche adulti, piena di maschere, coriandoli e sorprese, oltre ad una cena allestita da Ial Emilia-Romagna, per la quale è necessaria la prenotazione (informazioni allo: 0532-899245). Una festa sarà organizzata anche nell’ambito delle attività di Spazio 29, in via Veneto, mentre il 9 marzo è già in calendario il Carnevale nella frazione di Ponte Rodoni. «Festeggiare il carnevale, nelle vie, nelle piazze, ed al coperto, vuol dire mantenere viva la tradizione del periodo che occupa lo spazio temporale tra le festività natalizie ormai trascorse e la Quaresima – dice l’assessore alla cultura, Francesca Aria Poltronieri –. Uno spazio che, nella tradizione, è sempre stato di tolleranza per qualche piccola follia (come vestirsi di abiti sgargianti), cucinare prelibatezze e trascorrere ore spensierate, prima della preparazione alla Pasqua. Per un certo periodo di tempo – continua Poltronieri – in passato non era più andato in scena il carnevale in piazza, ed era un vero peccato. L’assessorato che rappresento ha voluto investire su queste attività ludiche per i più piccoli, ed anche quest’anno i bambini potranno andare in piazza e vedere il gettito di palloni, giochi e dolciumi. Come vuole la tradizione, appunto». Manca ancora la data definitiva per il Carnevale di Bondeno capoluogo, ma anche qui ci sono delle sorprese all’orizzonte: «Celebreremo l’ultimo degli appuntamenti lontano dagli altri, quando la stagione sarà decisamente più mite – assicura Poltronieri – in quanto è nostra intenzione sperimentare la formula di un Carnevale in notturna, con alcune piccole innovazioni, che speriamo possano trovare il favore del pubblico. Intanto – conclude – vorrei ringraziare i parroci ed i volontari dei vari paesi dove si svolgeranno le sfilate allegoriche, per la loro sempre gentile collaborazione».

 

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn